Il paese di Aica

Qui maturano le castagne, protagoniste del tradizionale törggelen in autunno

Il piccolo paese di Aica ha circa 480 abitanti e si trova a 730 metri d’altitudine, a poca distanza dall’imponente forte di Fortezza.

La chiesa di S. Nicolò  
Si dice che la chiesa di San Nicolò fu costruita sopra una piccola cappella nel 1402. I restauri finirono intorno al 1464. Gli affreschi sopra il portale della chiesa, riportati alla luce nel corso dei restauri nell’anno 1985, probabilmente sono da attribuire al conosciuto scultore Michael Pacher. Nella cappella del camposanto sono esposte sculture di legno dipinte nel XVII° e XVIII° secolo. È da attribuire a questo periodo anche il campanile a punta con le quattro campane.

Vecchio tiglio - monumento naturale
Vicino alle mura del cimitero, che circondano la chiesa di San Nicolò, cresce un vecchio tiglio. L’albero esalta questo posto idillico, perché la sua altezza è di 22 m, la circonferenza del tronco è di 6,25 m ed il diametro della cima misura 17 m. L’età dell’albero purtroppo non è più definibile, perché il tronco è spezzato, si deduce che abbia alcune centinaia d’anni. È tenuto unito con dei pilastri di ferro.

Il castagneto nel “Köstental” 
Il castagneto “Köstental” è situato nella parte est di Aica, ad un altitudine di 700 m slm. Gli alberi sono sotto protezione. Nell’epoca medioevale la castagna era un alimento di base ed era chiamato anche “il pane dei poveri”. Al giorno d’oggi questo frutto è una rarità pregiata nella cucina sudtirolese e durante l'antica tradizione del "Törggelen" in Val Isarco.


 
Associazione Turistica Naz-Sciaves - Naz,Via Oberbrunnergasse 1 – Casa Hansengut, I-39040 Naz-Sciaves (BZ) Alto Adige
Tel. +39 0472 415020 Fax +39 0472 415122 [email protected]
teamblau
X Cookies ci consentono di offrirti il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Clicca qui per ulteriori informazioni.